Scarico negli uomini

Il normale funzionamento degli organi del sistema genito-urinario per un uomo è un fattore importante non solo per la normale vita fisiologica dell'intero organismo, ma anche una componente importante della salute psicologica dell'ego maschile.

I primi segnali di malattie di questo sistema possono essere lo scarico dal canale urogenitale, che si trova più spesso dai rappresentanti del sesso più forte durante o dopo la minzione. Dalla natura di queste secrezioni, si può giudicare preliminarmente l'eziologia della malattia e la diagnosi preliminare.

Infatti, molto spesso gli uomini confondono le normali secrezioni fisiologiche, che sono, di fatto, secrezioni delle gonadi e secrezioni patologiche che si formano nel corso del processo patologico.

Prodotti di secrezione delle ghiandole sessuali

l'uomo pensava alla scarica durante l'eccitazione

Molto spesso, la comparsa di normali secrezioni fisiologiche è associata all'eccitazione sessuale (erezione), accompagnata dal rilascio di muco trasparente dal canale urogenitale dell'uomo, che è un prodotto della secrezione delle ghiandole di Cooper o bulbouretrali. Ce ne sono solo due. Si trovano direttamente sotto la base dei corpi cavernosi del pene. La funzione principale della secrezione di queste ghiandole è quella di lubrificare il canale urogenitale prima che lo sperma esca per un migliore movimento degli spermatozoi durante l'eiaculazione.

Inoltre, le secrezioni durante l'eccitazione possono essere considerate il processo di eruzione dello sperma (eiaculazione), che si verifica spontaneamente senza l'influenza di fattori di accompagnamento (emissioni).

Molto spesso, il pene è in uno stato eretto nelle ore del mattino, quando il livello di testosterone nel sangue di un uomo è elevato. Pertanto, molto spesso in questo momento, si osserva la secrezione dei segreti delle ghiandole di Cooper.

La comparsa di secrezioni dall'uretra sotto forma di muco con striature di colore bianco-grigiastro è possibile con forte tensione delle pareti della pressa addominale durante l'atto di defecazione (defecazione prostatorrea) o dopo il processo di minzione (microrrea). Tale scarico consiste in una miscela di secrezioni dalle ghiandole prostatiche e dalle vescicole seminali. Entrambi i tipi di prostatorrea sono caratteristici di un organismo fisiologicamente sano e sono più legati alle sue caratteristiche individuali, meno spesso un segno di prostatite cronica.

Tutti i fenomeni di cui sopra sono rari. E per un periodo di tempo più lungo, la parte esterna di un'uretra maschile sana senza scarico.

Scarico patologico

Associato a malattie del canale urogenitale e degli organi adiacenti. A causa dell'influenza di fattori patologici di varie eziologie, compare un danno all'uretra, accompagnato da secrezione. Questo processo è chiamato uretra leucocitica. Distinguere l'influenza di tali fattori patologici.

  • Meccanico: sotto la loro azione, il sangue viene prima rilasciato dal canale urogenitale e, qualche tempo dopo l'inizio del processo infiammatorio, appare il pus. Può essere il risultato del campionamento per test di laboratorio o il risultato dell'esame dell'uretra utilizzando strumenti medici (cistoscopia, uretroscopia).
  • Chimico - come risultato dell'azione dei farmaci sulla mucosa del canale urogenitale. Può verificarsi dopo il lavaggio con soluzioni farmacologiche dell'uretra (instillazione) nel trattamento di una serie di malattie del sistema genito-urinario.
  • Infettivo - a causa dell'attività vitale dei patogeni, che possono essere sia protozoi, sia batteri che funghi.

Mucoso con secrezione di pus dall'uretra

Sono costituiti da muco del canale urogenitale, essudato sieroso e un piccolo numero di leucociti. Sono un liquido bianco lattiginoso traslucido. La comparsa di tale secrezione è uno dei sintomi fondamentali per l'instaurarsi di uretriti non gonococciche.

Osservato quando i patogeni sono affetti da clamidia, tricomoniasi, ureaplasmosi. Il decorso di queste malattie è caratterizzato dall'assenza di sintomi di prurito, crampi e dolore. Appaiono nella fase iniziale con solo una piccola quantità di essudato mucopurulento alla fine della minzione dopo un'astinenza prolungata.

Scarico purulento

È un segno di uretrite infettiva. La composizione della secrezione purulenta comprende muco uretrale, cellule dell'epitelio danneggiato del canale urogenitale. È caratterizzato da un alto contenuto di leucociti. È un liquido dalla consistenza densa di colore giallo con colore verde o completamente giallo.

La comparsa di gocce di tali secrezioni è uno dei sintomi principali per la diagnosi di uretrite di eziologia gonococcica. È accompagnato da prurito, manifestazioni dolorose con tagli con scarico in grandi quantità.

Lo scarico di un carattere purulento dall'uretra è caratteristico della gonorrea, della tricomoniasi. È accompagnato da una sensazione di bruciore nell'area del canale urogenitale durante la minzione.

Cause di scarico bianco dall'uretra maschile

L'aspetto dello scarico bianco di consistenza cagliata dal pene è più spesso caratteristico della candidosi maschile (mughetto). Si verifica molto raramente. Può essere causato da una diminuzione del livello di immunità a seguito di un ciclo di terapia antibiotica o chemioterapia. L'infezione di un uomo sano con candidosi attraverso il contatto sessuale è quasi impossibile.

Lo scarico bianco di consistenza schiumosa appare con la tricomoniasi, che è al primo posto nella prevalenza delle malattie sessualmente trasmissibili (malattie a trasmissione sessuale).

Un altro motivo per lo scarico bianco dall'uretra può essere la forma cronica del decorso della prostatite. Questa malattia è accompagnata da difficoltà a urinare e una diminuzione del livello di potenza fino alla sua completa perdita (impotenza).

Lo scarico dall'uretra di diversa natura dovrebbe essere la ragione per cui il paziente deve consultare un medico. Possono anche diventare sintomi per una diagnosi preliminare della malattia. Al fine di stabilire più accuratamente la causa della malattia, vengono prelevati campioni di secrezioni per studi batteriologici e per l'inoculazione su terreni nutritivi.